Difendiamola

La scelta iniziale di non chiamarci “Comitato degli alluvionati” ma “per la Difesa delle TerreJoniche” ha sempre caratterizzato profondamente questa originale esperienza collettiva di cui siamo parte, ponendo al centro della nostra azione collettiva la difesa dei territori e delle comunità.
L’attenzione ai temi del rapporto fra le comunità e il territorio, il lavoro e la difesa dell’ambiente, i diritti e la responsabilità sociale ci ha permesso, infatti, in oltre sette anni di lavoro, di sviluppare un percorso fra la ricerca costante di obiettivi concreti che migliorino la condizione dei singoli e il progetto di sviluppo della comunità che parte da un corretto rapporto col territorio e la valorizzazione delle proprie risorse culturali, ambientali, ed economiche, dispiegando un’esperienza collettiva che si è mossa costantemente fra vertenzialità (aggregando bisogni e pretendendo risposte alle istanze) e progetto, fondata sulla scelta di sviluppare principalmente il tema di un corretto rapporto con i fiumi e il superamento del dissesto idrogeologico come cifra per reinterpretare i bisogni delle popolazioni e guardare al futuro.
Questo blog sarà per noi, quindi, uno strumento per parlare di azioni idonee, esempi utili che mostrino un possibile percorso in difesa di territori sempre più fragili dal punto di vista idrogeologico, sempre più esposti all’azione della tenaglia che lo stringe fra il cambiamento climatico (tropicalizzazione del clima, processi di desertificazione e penuria di acqua, concentrazione di eventi di forte precipitazioni) e il modo come viene stato gestito negli ultimi decenni, con il fallimento di diverse ipotesi di sviluppo economico imposte senza tenere conto delle sue specificità (costruzione e fallimento di aree industrializzate, inquinamento di aree circoscritte, impoverimento e impermeabilizzazione dei suoli, crisi del modello di agricoltura industriale e delle aree rurali, opere pubbliche impattanti e modelli di urbanizzazione e di antropizzazione che non hanno tenuto conto della fragilità del territorio).
Ripartire dal territorio, dalle sue terre fertili, le sue caratteristiche specifiche, la natura, la storia e la cultura delle sue genti, la prevenzione e la tutela è la scommessa su cui investe la comunità di uomini e donne che si ritrova nel cammino segnato da questi lunghi anni di iniziativa nelle TerreJoniche.


DIFENDIAMOLA

il blog del Comitato er la Difesa delle TerreJoniche


Oggi è l’Earth Day: salviamo la Terra e diciamo stop all’inquinamento
Oggi vogliamo raccontarvi la storia di un produttore agricolo lucano: Giovanni Grieco. Giovanni e la sua azienda sono stati il …
Fai Costa Jonica. Nuovi luoghi ed emozioni: nasce lo spazio culturale
Quando nasce uno spazio culturale è sempre una vittoria per tutta la comunità. Soprattutto quando lo spazio che nasce è …
In Basilicata, tre sono i potenti: il Re, il Papa e chi non ha niente!
"Tre sono i potenti: il Re, il Papa e il pezzente, ovvero chi non ha niente." Spesso, questo detto lo …
Tutti per Terra sulla Nostra Terra. Pratiche, organizzazione e progetti per riprendersi il futuro
Il 29 Luglio sarò con una delegazione di Altragricoltura Basilicata composta da alcuni agricoltori a San Chirico Raparo (in  Basilicata), …
Se potessi avere mille euro al mese, senza esagerare, sarei certo di trovare tutta la felicità…
Era il 1981 quando in Val d’Agri fu realizzato il primo pozzo esplorativo dell’era “moderna”, dopo anni d’intense ricerche petrolifere …